Participatory Design per le fragilità

RESILIEN-T: una App per persone affette da disabilità cognitive.

RESILIEN-T: PARTICIPATORY DESIGN PER LE FRAGILITÀ

 

BSD è referente per la User Research e la UX/UI del progetto Resilien-T della Commissione Europea, dedicato sviluppo di una soluzione ICT modulare ed innovativa per aiutare le persone affette da deterioramento cognitivo lieve (Mild Cognitive Impairment – MCI).

Il progetto, che coinvolge diversi partner, tra esperti, organizzazioni di utenti finali, istituti di ricerca e gli utenti finali stessi, si inserisce all’interno dell’iniziativa Active & Assisted Living Programme (AAL Programme) approvato dal Parlamento Europeo e dal Consiglio dell’Unione Europea.

L’obiettivo specifico del progetto è quello di aiutare i pazienti a cui è stato diagnosticato il disturbo ad autogestirsi e a mantenere la propria indipendenza nelle attività quotidiane. La soluzione consiste in un’App mobile modulare, che fornirà servizi di coaching relativi a nutrizione, attività fisica, esercizi cognitivi e relazioni sociali. Inoltre il sistema, basato uno “SMART AGENT”, potrà essere modificato e personalizzato per soddisfare i desideri e le esigenze di autogestione e automonitoraggio specifici dell’utente.

Resilien-T aiuterà le persone con disabilità cognitive lievi a diventare più resistenti ai cambiamenti apportati dalla vecchiaia e prendersi più cura di se stessi, migliorando la qualità della loro vita e offrendo una valida integrazione e supporto agli approcci clinici tradizionali.

Il team di BSD si è occupato l’analisi e la progettazione della User Experience del sistema partendo dai dati e dalle evidenze raccolte attraverso la ricerca sul campo, e utilizzando metodologie specifiche come modeling e scenario-based design, per arrivare a definire i servizi da implementare garantendo al contempo un’esperienza di utilizzo facile e piacevole per gli utenti.

    Nome
    Cognome
    Email
    Telefono
    Messaggio