Moder Slavery Act 2015

Omniacom Group si impegna ad adottare e migliorare le pratiche che garantiscono la totale assenza di qualsiasi forma di schiavitù e tratta di esseri umani nella propria catena di rifornimento o in qualsiasi altra parte del proprio business, in conformità all’art.54 del Modern Slavery Act 2015.


Omniacom Group ha un approccio di tolleranza zero verso qualsiasi moderna forma di schiavitù e non intrattiene consapevolmente rapporti commerciali con fornitori che sono coinvolti in tali pratiche. L’azienda è impegnata ad agire in modo etico, con integrità e trasparenza in tutte le transazioni commerciali, mettendo in atto sistemi di controllo efficienti per la tutela da qualsiasi moderna forma di schiavitù che possa verificarsi nella propria attività o nella filiera dei fornitori.


Omniacom Group ha predisposto un sistema di valori interni e numerose politiche, procedure e strumenti al fine di garantire che le attività dell’azienda siano condotte in modo legale, etico e trasparente.


A titolo esemplificativo e non esaustivo:

  • Responsabilità sociale, Integrità e Rispetto.
    Responsabilità sociale, Integrità e Rispetto fanno parte dei nostri valori di riferimento. La nostra integrità non verrà mai contaminata per il profitto. Tutte le nostre transazioni commerciali avvengono all’insegna della trasparenza. Abbiamo creato un ambiente sicuro e sano per tutti i membri del team, collaboratori, fornitori e terze parti; trattiamo tutte le persone con dignità e rispetto: la schiavitù è in contrasto con questi valori fondanti.

  • Codice etico e di condotta.
    Il Codice, che si applica a tutti i membri del team, ai fornitori, ai collaboratori e alle terze parti, esprime l’impegno di Omniacom Group ad essere conforme a tutte le leggi, regolamenti e codici del settore applicabili in ogni Paese in cui svolge la sua attività. Questo Codice proibisce specificamente l’uso di lavoro minorile e coatto. I membri del team ricevono una formazione sul Codice e la mancata conformità alle norme può portare ad azioni disciplinari, ivi compreso, il licenziamento, secondo le leggi applicabili a livello locale.

  • Segnalazioni.
    Qualsiasi membro del team Omniacom Group, fornitore, collaboratore o singola persona interessata può segnalare, in modo riservato e anonimo, violazioni delle leggi o altre questioni, comprese quelle riguardanti forme di schiavitù moderna, tramite un’apposita casella postale: dlgs231@omniacom.it

  • Le ritorsioni sono rigorosamente proibite.
    Omniacom Group non tollera alcuna ritorsione, tale sicurezza dà ai membri del team, ai fornitori, ai collaboratori e alle terze pari la certezza di poter segnalare qualsiasi violazione senza timore di rappresaglie.


Nell’ambito di tale iniziativa atta ad individuare e attenuare i rischi ci prefissiamo di instaurare, ove possibile, rapporti durevoli con i nostri fornitori e subappaltatori, comunicando in modo chiaro e trasparente le nostre aspettative e le modalità di comportamento alle quali devono attenersi. Nell’approvvigionamento applichiamo in tutta l’azienda processi articolati e validanti:

  • dalla selezione alla verifica dei fornitori
  • dalla sottoscrizione delle condizioni generali di fornitura, del codice etico, del codice anticorruzione alle dichiarazioni dei collaboratori, dei fornitori e delle terze parti di essere conformi alle leggi, alle regole e ai regolamenti
  • dalle dichiarazioni in cui il fornitore attesta che né lui e nemmeno i suoi eventuali subappaltatori sono coinvolti o utilizzeranno traffico di esseri umani, lavoro minorile, schiavitù, lavoro di prigionieri né altra forma di lavoro coatto o non volontario alle verifiche attraverso audit a campione.
Nome

Cognome

Email

Telefono

Messaggio